La ricetta romana della pinsa e sue caratteristiche

La pinsa romana è un piatto d’eccellenza della tradizione laziale. Ha origini antichissime tanto da essere considerata da alcuni l’antenata della famosa pizza. Si caratterizza per l’impasto a base di farina di frumento, riso e soia, che la rende croccante fuori e squisitamente morbida dentro. Inoltre, la ricca percentuale di acqua richiesta dall’impasto la rende molto meno calorica di una comune pizza. Infine, la lunga lievitazione, che deve essere di almeno 24 ore, fa di questa specialità una pietanza estremamente digeribile e gustosa. La ricetta della pinsa romana non richiede altri ingredienti, se non le materie prime con cui condirla, a scelta in base ai gusti e alle preferenze. Oggi, la pinsa è diffusa in tutta Italia e a Milano la si può assaporare nella sua ricetta originale nell’esclusivo locale L’Italiano Food.

Origini e ingredienti della pinsa romana

La principale caratteristica distintiva della pinsa è sicuramente la sua forma allungata, da cui deriva appunto il nome “pinsa” che in latino vuol dire “allungare”. Si tratta di uno dei cosiddetti piatti poveri della tradizione, poiché gli ingredienti della pinsa romana sono pochi e economici, tanto da far diventare questa pietanza molto diffusa tra i contadini romani, che solevano condirla solo con erbe aromatiche e sale.

I condimenti della focaccia romana

Un’altra peculiarità della pinsa romana è la sua leggerezza, visto che si presenta estremamente sottile diventando un pasto perfetto anche per chi è attento alla linea. Non a caso, viene farcita spesso con alimenti light, come scaglie di parmigiano, rucola, pomodorini freschi, mozzarella e basilico. Da L’Italiano Food puoi trovare la semplice e mediterranea Pinsa Bresaola, ma se hai un appetito extra strong la soluzione perfetta per te è ordinare la Pinsa Bufala, con vera mozzarella di bufala campana, abbinata a lardo di colonnata, pecorino, miele e basilico. Se invece desideri assaporare una vera e propria leccornia romana, puoi provare la Pinsa Ariccia, con bufala, datterino giallo e rosso e porchetta IGP. Insomma, i condimenti della focaccia romana possono essere molteplici, proprio come per la classica pizza. In ogni caso si può scegliere di consumare la pinsa senza farcitura, proprio come solevano fare gli antichi contadini.

L’originale impasto della pizza romana a Milano

La pinsa romana non è una semplice pizza, ma un buonissimo prodotto gastronomico della tradizione laziale e romana. Oggi può essere gustata nei ristoranti e in locali appositi, chiamati pinserie, diffusi principalmente a Roma e nel Lazio. Nel centro di Milano, invece, ci si può recare presso L’Italiano Food, dove viene proposto l’originale impasto della “pizza alla romana”, fatto lievitare per più di 24 ore e cotto nel forno a legna, come vuole la tradizione. Si tratta di un’alternativa di gusto alla classica pizza o a una cena elaborata, da accompagnare con una buona birra e da condividere con gli amici in una serata di svago e relax.

 

Prenotazioni
close slider