La nduja calabrese: ricette e curiosità

La nduja calabrese è un salame morbido e piccante prodotto in Calabria. Si tratta di un insaccato che una volta tagliato, poi, presenta una consistenza morbida, addirittura da spalmare. Vediamo insieme alcune ricette in cui usare questa particolare salsiccia.

Curiosità sulla nduja di Spilinga

Il termine nduja proviene dal francese “andouille”, rappresentante una salsiccia a base di maiale. Inoltre, sembra che la nduja di Spilinga sia stata importata in Calabria da Gioacchino Murat, re del Regno di Napoli durante il periodo napoleonico. Alla ricetta originale, poi, i calabresi hanno aggiunto il peperoncino. Infatti, nella nduja artigianale si impiega il peperoncino coltivato a San Marco Argentano (provincia di Cosenza) mentre per quella industriale, si usa il peperoncino importato. Tuttavia, il mix di ingredienti, una volta pronto, viene introdotto in un budello naturale chiamato “cieco”. A questa fase, poi, segue l’affumicatura (che avviene mediante alcune foglie di ulivo bruciate). Infine, dopo l’affumicatura c’è la stagionatura, che accade con un minimo di tre mesi fino a un massimo di sei mesi; questa, poi, deve compiersi in un luogo fresco e asciutto.

 

Come conservare la nduja calabrese

Gli ingredienti della nduja calabrese sono i diversi tagli del maiale come il guanciale, la pancetta, ricavati dalla spalla, dal sottopancia, etc. Questi pezzi, poi, vengono tritati in modo fine e gli viene aggiunto il peperoncino. Successivamente vengono amalgamati e mescolati fino a ottenere un impasto omogeneo, senza la presenza di conservanti o coloranti; insomma una ricetta del tutto naturale. Tuttavia, è il peperoncino che dona il colore rosso al salame permettendogli, allo stesso tempo, una lunga conservazione. Ma vi siete mai domandati come conservare la nduja calabrese, in modo corretto? Innanzitutto, questa, può essere presente in diversi formati. Se avete acquistato il barattolo, basterà conservarlo in frigo con il tappo chiuso; se, invece, avete optato per il salame insaccato, allora, sarà necessario preservarlo in frigorifero, avvolto in un sacchetto per il pane.

 

Ricette con nduja

La qualità di una buona nduja dipende dalla dose di peperoncino impiegata nell’atto della produzione. Le ricette in cui si può usare la nduja sono molte; vediamone alcune. Innanzitutto, questa può essere spalmata su una fetta di pane, oppure, usata sulla pizza e nella pasta. Viene, poi, scelta anche come base per il ragù o il sugo di pomodoro. La ricetta più diffusa e tipica della Calabria sono gli spaghetti con la nduja. L’Italiano Food usa la nduja, per rendere ancora più speciale il suo hamburger chiamato “La Calabria e i suoi tentacoli” a base di polpo alla griglia.

 

Prenotazioni
close slider